News

Storie di ordinaria follia.

Beh gente, lo sanno perfino i sassi che il caldo può dare alla testa, il problema è quando il troppo caldo da troppo alla testa, ammesso che ne esista una ma facciamo finta che ci sia. Ne escono fuori certe robe ai confini della realtà.

Voglio farvi leggere quattro news senza aggiungerci nulla di mio, ognuno di voi alla fine trarrà le proprie conclusioni.

Ecco i link:

 

A voi la parola nei commenti, e ditemi se anche dalle vostre parti avete mai sentito di personaggioni di questo tipo e cosa hanno fatto.

29 thoughts on “Storie di ordinaria follia.”

  1. Al “compare del genio”, mi si apre la stessa finestra della precedente, non so se sia un problema mio che sto dal telefono. Ma a parte questo, quella del genio è stata comica 😀 e che brutta gente i turisti che si son sentiti in diritto di dire che i sardi non dovrebbero proprio andarci su quelle spiagge. Proprio qualche settimana fa, sentivo al TG che vogliono limitare l’entrata all’isola di Capri, a favore però dei turisti. Tutti dovrebbero godere della bellezza della terra, invece ognuno vede i propri interessi a danno di altri.

    Liked by 1 persona

    1. A me si aprono le pagine diverse. Casomai aggiorna questa pagina qui e poi rifai la prova.

      Anche dalle tue parti non scherzano eh? Dicono che il turista porti soldi… Io invece dico: PARLIAMONE. Non tutti portano soldi, o comunque solo quelli. E devono anche ricordarsi che si trovano in casa di altri e devono comportarsi come ospiti e non come padroni.

      Liked by 1 persona

  2. Eccooo, la risposta l’ho letta solo adesso!! E che risposta! 😀 un applauso a non finire!! … Sono d’accordo con te, ce ne sono di turisti che vogliono l’accoglienza speciale e poi fanno schifezze negli stessi luoghi, tanto mica è casa loro. Eh sì, per il resto, i locali non sono interessati a quello che fanno i turisti, basta che si arricchiscono loro.

    Liked by 1 persona

    1. Letta? 😀 Ah ma l’ultimo poi è davvero da medaglia d’oro.

      I locali sono interessati al guadagno, poi di come si comportano gli altri chi se ne frega, non è un loro problema, peccato però che i soldi che hanno guadagnato da una parte DOPO dovranno toglierli dall’altra sotto forma di aumenti delle varie tasse locali. Geni assoluti, perché si ritrovano alla fine con pochi guadagni in tasca e il loro stesso posto dove vivono e lavorano tutto l’anno lasciato in non molto buone condizioni dagli altri.

      Liked by 1 persona

      1. Sii, insomma, si sono fatti sentire 😂 e hanno fatto proprio bene! …. Eheh, alla fine è tutta una questione di soldi, e cosa non si fa per averne! Mentre, a quanto hai detto tu, in realtà si fanno pure i conti sbagliati… È che ognuno pensa al proprio piccolo, e pure ne esce affannato, figuriamoci se si preoccupa troppo di pensare anche al bene degli altri.

        Liked by 1 persona

        1. Precisamente. Non voglio dire parolacce perché altrimenti qualcuno mi rinfaccerebbe di essere troppo maleducato, ma insomma puoi immaginare il mio pensiero 😉

          Per il resto possiamo organizzare almeno tre pullman e andare tutti insieme in gita a godere delle strabilianti meraviglie offerte da Trastevere 😜

          Liked by 1 persona

          1. Sono cose che ti lasciano una certa amarezza. Riguardo alla gita per godere delle meraviglie di Trastevere, l’importante è portare con noi tanta compagnia, scelta fra amici e parenti! Così da sentirci a casa 😂

            Liked by 1 persona

  3. 1)Ti dirò’ che a Trastevere non vorrei trovare altre persone simile a questa…

    2)E anche in Emilia Romagna , perché i locali insistono a vivere lì anche d’estate, e non lasciano il posto ai turisti?

    “La madre dei cretini e’sempre incinta” , lo dice anche il proverbio!

    Liked by 1 persona

    1. Eh gia. E poi se hai notato bene sono tutti (tranne il primo) dei “capitani coraggio”. Prima hanno rotto le scatole qui a chiunque e poi si sono lamentati una volta ritornati a casa. Chissà cosa sarebbe successo se si fossero lamentati sul posto sul momento.

      Mi piace

Ti va di lasciare un commento? Dai che così sorrido

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...